Ricostruzione con Innesti di Cute


La ricostruzione con innesti di cute consiste nella riparazione di ampie perdite di costanza cutanee con un lembo di cute prelevato da una sede distante ed appositamente scelta tra zone naturalmente fornite di cute eccedente (regione retroauricolare, sopraclaveare, interno del braccio, regione inguinale, cuoio capelluto, gluteo, coscia, ecc. ecc.). Il ricorso ad un innesto cutanei presuppone la impossibilità di utilizzare dei lembi locali che offrono dei risultati cosmetici generalmente più soddisfacenti.

La scelta della area donatrice viene guidata principalmente dal miglior matching possibile tra le caratteristiche cromatiche e di tessitura della cute asportata e di quella da utilizzare per la ricostruzione. In secondo luogo dipende dalla estensione della aree da ricostruire e dalle dimensioni della area donatrice. Vaste perdite di sostanza possono richiedere l'impiego di innesti a spessore parziale ottenuto asportando tangenzialmente un lembo di cute che contiene solo gli strati più superficiali della pelle.
La area donatrice solitamente viene riparata mediante l'accostamento dei margini della ferita, con un esito cicatriziale lineare, salvo che il prelievo di cute venga effettuato a spessore parziale. In quest'ultimo caso la zona donatrice guarisce spontaneamente in modo simile ad una normale escoriazione  e può lasciare una area cicatriziale di ampie dimensioni di qualità inversamente proporzionale allo spessore di cute prelevato.

Gli innesti a spessore totale offrono risultati cosmetici migliori degli innesti a spessore parziale ed il loro impiego è preferibile, in una ottica di ricostruzione estetica del volto, per la copertura di intere unità o subunità estetiche del viso. L'impiego di innesti cutanei in modo casuale per la semplice riparazione senza alcuna valutazione critica usualmente esita in risultati cosmetici scadenti. L'innesto di cute richiede una superficie ben vascolarizzata per il suo attecchimento che avviene in circa 5-7 giorni durante i quali deve essere mantenuta una sua adesione perfetta al fondo della ferita mediante apposite medicazioni compressive. Appena avvenuto il suo attecchimento la cute apparirà violacea ma il suo colore tendera a normalizzarsi nei 2-3 mesi successivi. Dopo circa 15 giorni i pazienti possono bagnare le aree ricostruite per le normali operazioni di pulizia quotidiana. Una terapia antibiotica viene prescritta durante il periodo di attecchimento dell'innesto.

HOME | CHI SIAMO | METOD. CHIRURGICHE | SEDI ANATOMICHE | TUMORI CUTANEI | SKIN CANCER CENTER | GALLERY | NEWS | ONCOPLASTICA FACCIALE | CONTATTI

COPYRIGHT © Oncoplastica Facciale - P.IVA 12162181007 - Tutti i diritti riservati